Primo Piano

Riforma del Terzo Settore, emanata una circolare esplicativa per i Comuni

Articolo pubblicato più di tre mesi fa

Fa chiarezza sulla fase transitoria, fornendo indicazioni attuative omogenee per le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale


Nei giorni scorsi gli uffici della Regione Puglia hanno inviato ad Anci e a tutti i Comuni pugliesi, per il tramite degli Ambiti territoriali, una circolare attuativa dei primi adempimenti per supportare e semplificare il lavoro dei Comuni e delle reti regionali di riferimento sulle norme contenute nel Codice del Terzo Settore (D.lgs. 117/2017). La stesura della circolare ha impegnato il Tavolo regionale per l'attuazione della riforma del Terzo Settore che si è insediato lo scorso 28 gennaio e che è composto da vari organismi rappresentativi del variegato mondo del Terzo settore pugliese. La circolare contiene tutte le informazioni utili affinché si possa – soprattutto in questa prima fase attuativa della riforma che presenta inevitabilmente carattere transitorio – procedere ad applicare le disposizioni del Codice del Terzo Settore con la necessaria omogeneità su tutto il territorio regionale. Nel merito, la circolare affronta alcune questioni pregnanti tra cui gli adempimenti necessari per l'iscrizione al registro regionale delle organizzazioni di volontariato e di promozione sociale, operando una fondamentale distinzione tra le associazioni costituite prima dell'entrata in vigore del Codice e quelle costituite dopo l'entrata in vigore dello stesso. La circolare inoltre fornisce utili informazioni per orientare associazioni e cittadini ai corretti contenuti, indirizzando alla rete dei Centri di servizio e a recapiti regionali la richiesta di chiarimenti e delucidazioni.

Per scaricare il testo completo della circolare cliccate sul link sottostante. 

Pubblicato il 19/04/2018

Documenti Correlati

Documento Circolare regionale su adempimenti per i Comuni riforma TS - [Scarica  .pdf  - 3 Mb]