ReD

Verifiche, controlli e presa in carico, il punto sul ReD

Articolo pubblicato più di tre mesi fa

Un enorme lavoro compiuto dai Comuni con qualche eccezione di gravi ritardi in via di recupero

Grande il lavoro compiuto dai Comuni pugliesi per l'istruttoria e la lavorazione delle domande presentate dai cittadini, con poche eccezioni che hanno fatto registrare invece grandi ritardi in via di recupero. Gli ambiti territoriali hanno completato i controlli di prima fase su cittadinanza e residenza per 29.777 domande pari al 99% e questo ha permesso di ammettere transitoriamente alla seconda fase 10.784 cittadini. La seconda fase, ha consentito di ammettere al beneficio il 98% degli ammessi provvisori. Dei ritardi si registrano in alcuni ambiti del foggiano e negli ambiti di Lecce e Taranto che hanno avviato l'iter dei controlli dopo la maggior parte degli ambiti pugliesi. Al 21 luglio il processo di presa in carico con la sottoscrizione dei Patti per l'inclusione sociale attiva riguarda la metà dei beneficiari: anche in questo caso, il ritardo significativo si registra nella gran parte degli Ambiti territoriali dell'area foggiana, oltre agli Ambiti di Lecce, Campi Salentina, Tavoliere meridionale, ma il supporto dei servizi specialistici delle società a cui la Regione Puglia ha affidato un programma straordinario di affiancamento ai Comuni per l'attuazione del ReD sta consentendo di recuperare il ritardo sin qui accumulato in specifiche aree.

Pubblicato il 28/07/2017