Disabili

Al via il nuovo Assegno di cura 2017 per persone con gravissima non autosufficienza

Articolo pubblicato 21 giorni fa

Da luglio 2017 le nuove procedure


Nel mese di luglio 2017 prendono avvio in Puglia le procedure per l'attivazione della misura Assegno di cura per le gravissime non autosufficienze, che è e sarà finanziato annualmente con risorse del Fondo Nazionale non Autosufficienza e del Fondo Regionale non Autosufficienza, a partire dai primi 30 milioni di euro per la prima annualità. Unici requisiti di accesso sono quelli previsti dal Decreto FNA 2016 del Ministero della Salute e del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali: il profilo di gravità della condizione di gravissima non autosufficienza e la titolarità di indennità di accompagnamento. Solo nel caso in cui arrivino più domande di quelle che la capienza finanziaria consenta di accogliere e ammettere a finanziamento, sarà necessario applicare criteri di priorità di ammissione a beneficio, che sostanzialmente concorrono alla determinazione di un punteggio multidimensionale di valutazione delle condizioni di maggiore fragilità economica e familiare, che si compone di valore ISRE (componente reddituale dell'ISEE), di indicatori sulla condizione lavorativa di tutti i componenti del nucleo e di indicatori sulla composizione del nucleo medesimo. Va precisato che in ogni caso l'ISEE non costituisce requisito di accesso e non sono previste soglie minime di punteggio.

A partire da lunedì 24 luglio è possibile generare il codice utente per la profilatura dei bisogni accedendo alla apposita piattaforma telematica (http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/ASCURA2017). Per la presentazione delle domande invece occorrerà attendere il 1° settembre 2017, questo per offrire pari opportunità di accesso alle informazioni, e per consentire, a chi non ne fosse già in possesso, di acquisire una certificazione ISEE 2017, basata sull'ISEE ordinario o familiare, e capace di far estrapolare il valore dell'ISEE reddituale (ISRE).

Le domande potranno essere presentate tra il 1 settembre (alle ore 12:00) e il 2 ottobre 2017 (ore 12:00). Laddove dovessero residuare delle risorse, si procederà alla attivazione di una successiva finestra temporale per la presentazione delle domande, da gennaio 2018. L'importo del beneficio economico è determinato, per effetto di quanto stabilito dalla DGR n. 1152/2012 in 1.000 euro per la mensilità intera e in 12.000 euro per l'annualità intera. In ogni caso il conteggio delle mensilità maturate e dei relativi importi del beneficio concesso decorre dalla data di pubblicazione della DGR n. 1152/2012 che fissa i criteri generali e le modalità di accesso alla misura quindi dal 14 luglio 2017.

In presenza di un numero di domande più elevato rispetto alla dotazione di risorse disponibili, sarà considerato come criterio di priorità un punteggio complessivo assegnato al profilo di fragilità socio-economica familiare. Il format di domanda mostra quanto semplice sia, a partire da quest'anno, l'esercizio della compilazione della domanda, anche perché la Regione supporterà le ASL nella fase istruttoria assicurando la cooperazione applicativa per le verifiche relative alla condizione socioeconomica del nucleo (composizione familiare, indicatore ISRE familiare, condizione lavorativa). Sulla piattaforma è altresì possibile prendere visione degli orari di apertura degli sportelli per le famiglie che in tutte le ASL sono nati alcuni anni fa per il supporto ai malati di SLA e di ogni altra informazione utile a comprendere il funzionamento della procedura.

Per ogni informazione riguardante la procedura di accesso e la misura dell'Assegno di Cura è possibile usufruire della funzionalità Richiedi INFO attiva sulla pagina, per ottenere una risposta in forma scritta dalla struttura regionale competente. Il Supporto tecnico, invece, potrà supportare per specifiche difficoltà nell'utilizzo informativo della piattaforma stessa.

Pubblicato il 28/07/2017

Disabili

successivi 10...