Disabili

Accesso al mare disabili: anche la spiaggia libera di Trani dotata di pedana

Articolo pubblicato più di un anno fa

L’invito dell’assessore Piemontese agli altri sindaci pugliesi a seguire l'esempio della Terrazza “Tutti al Mare” di San Foca


A San Foca, marina di Melendugno, in provincia di Lecce ha sede, da tre anni, l'unica spiaggia in Italia attrezzata per le persone con SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica.
L'invito ad estendere questo primato nazionale, tutto pugliese, agli altri sindaci della Regione arriva da Raffaele Piemontese, l'assessore regionale al Bilancio, con delega al Demanio marittimo.
"Abbiamo bisogno di avere alleati tutti i 67 sindaci dei Comuni costieri pugliesi nella battaglia per liberare e favorire gli accessi al mare per le persone con disabilità", dichiara l'assessore congratulandosi con il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, per la nuova pedana per disabili con cui è stata attrezzata la spiaggia pubblica. Si tratta della Baia del Pescatore dove sorge la nuova pedana per persone disabili realizzata dal Nono Reggimento Fanteria di Bari grazie un accordo con l'Amministrazione comunale. La nuova pedana – che era stata richiesta anche dall'Associazione Orizzonti e dall'Osservatorio sulle Barriere Architettoniche - realizzata in legno, è provvista anche di una pensilina per ripararsi dal sole.
"Dobbiamo estendere questi buoni esempi – conclude – per dare uno sviluppo civile agli obblighi previsti, anche quest'anno, nell'Ordinanza balneare, come ci chiedono incessantemente di fare associazioni come ‘Orizzonti' e l'Osservatorio sulle Barriere Architettoniche, nel caso di Trani, o l'Associazione persone pugliesi para-tetraplegiche che coopera con la Regione alla diffusione dei contenuti più avanzati dell'Ordinanza balneare".

Pubblicato il 27/06/2017