Regione - Assessorato al Welfare

Pro.V.I., si chiude la Linea C

Articolo pubblicato più di sei mesi fa

In questa nuova edizione sono pervenute in totale 660 domande di cui 22Linea A1, 322 Linea A2, 281 Linea B, 35 Linea C


Si è conclusa alle ore 12 del 2 maggio 2017 la scadenza delle Linee B e C dei progetti di Vita indipendente (in sigla Pro.V.I.) in favore delle persone con disabilità della Puglia. La possibilità di accedere alla Linea A (A1 e A2) scadeva lo scorso 28 febbraio. Il progetto, finanziato dalla Regione Puglia a partire dal 2013, è volto alla costruzione e alla realizzazione di un progetto globale di vita indipendente attraverso il finanziamento di quelle misure e tecnologie necessarie per sviluppare l'autonomia e abbattere le barriere non solo architettoniche ma anche immateriali utili all'inserimento socio-lavorativo e alla valorizzazione delle proprie capacità funzionali nell'agire sociale. Hanno accesso alla misura tutte le persone disabili (persone con disabilità motoria, persone non vedenti, persone affette dalla Sindrome di down e disabilità psichiche lievi/medie ovvero affette da gravi patologie neurodegenerative che abbiano già prodotto permanenti limitazioni alla capacità autonoma di movimento), residenti in Puglia da almeno 12 mesi in età compresa tra i 16 e i 64 anni, con ISEE socio-sanitario in corso di validità, non superiore a 20.000,00 euro per gli adulti e non superiore ai 30.000,00 euro per i minori.

In totale, per le tre linee previste dal Bando regionale, sono pervenute 660 domande di cui 22 per la Linea A1, 322 per la Linea A2, 281 per la Linea B, 35 per la Linea C. La Linea A finanziata con risorse regionali (5milioni di euro) è dedicata alla disabilità motoria per dare continuità ai progetti dei 225 beneficiari dello scorso avviso, garantendo stabilità ad un percorso già avviato, ma anche implementando la platea con nuovi beneficiari. La Linea B, in questo caso i progetti PRO.V.I. sono finanziati dal Ministero e sono indirizzati a persone con disabilità psichiche lievi/medie, sindrome di down e non vedenti. Questa misura è riservata a 31 Ambiti territoriali pugliesi, individuati con determinati criteri definiti dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali. Linea C fa riferimento a tutti quegli interventi innovativi e sperimentali nell'ambito del co-housing sociale dell'abitare in autonomia: in questo caso la misura è rivolta esclusivamente a disabili motori.

Nel frattempo sono state avviate le istruttorie per la linea A1 e A2 per cui sono risultate esaminabili nella prima fase, con  invio ai centri di domotica per l'elaborazione del progetto, n. 22 per linea A1 e 237 per linea A2.

Pubblicato il 02/05/2017