ReD

6 marzo giornata del ReD-day Puglia con la sottoscrizione dei Patti individuali di inclusione sociale attiva

Articolo pubblicato più di un anno fa

Tra gli Ambiti territoriali in pole position: Bitonto e Poggiardo, Gallipoli e Maglie, Galatina e Modugno, Manduria e Francavilla Fontana, e tanti altri sono ormai pronti


Entra nel vivo l'attuazione della misura Reddito di Dignità in Puglia con molti Ambiti territoriali che hanno già svolto il lavoro per completare le istruttorie delle domande dei cittadini, a seguito della conclusione dell'istruttoria di competenza INPS, e per svolgere tutte le attività di valutazione sociale e i colloqui individuali per la definizione dei Patti di inclusione sociale attiva. Contestualmente è partito l'avvio dei tirocinio, o progetti di sussidiarietà, e l'assegnazione del beneficio economico erogato bimestralmente agli assegnatari mediante alimentazione della carta acquisti.
Lunedì 6 marzo in diversi Ambiti territoriali pugliesi: da Galatina, Gallipoli e Poggiardo in provincia di Lecce, a Bitonto e Modugno in provincia di Bari, ma anche negli Ambiti di Maglie, Manduria, Francavilla Fontana e Canosa di Puglia, si sono susseguiti gli incontri tra gli amministratori locali e i tanti cittadini interessati alla sottoscrizione dei Patti. L'assessore al Welfare della Regione Puglia Salvatore Negro e la Consigliera del Presidente Titti De Simone hanno presenziato ad alcuni degli incontri.
Salvatore Negro: "Il governo regionale ha messo a disposizione 125 milioni di euro all'anno, uno stanziamento mai visto nei confronti di quelle persone che sono fuori dal circuito lavorativo e fanno più fatica. L'augurio che facciamo è che possiate trovare un impiego lavorativo continuativo, che questo sia uno strumento di lancio verso un futuro stabile e proficuo.Il successo di questa misura è dovuta alla sinergia tra sindaci, INPS, CAF, Centri per l'Impiego, Tecnici dei Comuni, Associazioni, imprese". "Il ReD non risolve i problemi delle persone, ma valorizza la dignità, le competenze e le abilità delle persone – continua l'assessore – la Puglia è la prima regione in Italia che mette in campo risorse così ingenti in favore delle persone con fragilità socioeconomica".
Il ReD-Day Puglia, questo il nome della giornata, si è rivelato anche un'importante occasione per avere un quadro aggiornato e complessivo sull'avanzamento delle attività svolte in tutto il territorio regionale.
A Gallipoli la situazione è la seguente su 600 domande totali, 150 sono state istruite, tra queste 59 patti di inclusione sottoscritti di cui 32 SIA/ReD e 27 solo ReD. Stefano Minerva, sindaco di Gallipoli ha così commentato "Quella del ReD è una misura rivoluzionaria che consente alle persone non inserite nel circuito lavorativo di mettere a disposizione le proprie competenze e abilità in favore delle comunità dell'Ambito.
I dati di Galatina: 531 domande, 122 beneficiari di cui 65 SIA/ReD, 57 ReD. 104 sono i patti di inclusione sociale sottoscritti in occasione del ReD-Day Puglia.
A Bitonto 950 domande totali e 349 i primi beneficiari ammessi. Hanno firmato il patto individuale per l'inclusione sociale attiva il 6 marzo, i primi 38 beneficiari, inseriti nei progetti di Manutenzione verde e Sicuri a scuola.
Sono 12 i patti individuali per l'inclusione sociale firmati a Modugno, definiti concretamente assieme a NPIA della Asl e CPI, con tutti gli impegni definiti per l'intero nucleo familiare e molti supporti sociali, dai buoni per il nido dei più piccoli, al contributo per l'affitto, ai laboratori teatrali e attività sportive per i ragazzi. I progetti di inserimento hanno riguardato sia scuole sia aziende e anche un primo progetto di supporto al lavoro autonomo.
Per quanto riguarda Gagliano del Capo i primi 5 patti sono stati sottoscritti il 27 febbraio scorso i beneficiari, a partire dai prossimi giorni, dopo l'abbinamento nei progetti di tirocinio, intraprenderanno il loro percorso di inclusione, mettendo a disposizione delle Comunità competenze e abilità.
Sono state 206 le domande del Consorzio di Poggiardo, 38 quelle ammesse ad oggi, 17 i patti sottoscritti e già destinati a progetti di tirocinio che, a partire dai prossimi giorni, lavoreranno sul territorio dell'Ambito nei Comuni di Sanarica, di Poggiardo e nella Casa di riposo Ignazio Guarini. 
A Manduria sono stati sottoscritti 70 Patti individuali di inclusione sociale attiva che hanno portato alla presa in carico di quasi la metà delle prime 167 domande ammissibili.

Pubblicato il 07/03/2017