Disabili

Approvata la convenzione per l’integrazione scolastica disabili

Articolo pubblicato più di un anno fa

Con la delibera si potrà procedere a liquidare alle provincie e alla Città Metropolitana le somme già assegnate in favore degli educatori


E' stata approvata in Giunta regionale la convenzione nei confronti delle Province e della Città Metropolitana per lo svolgimento delle attività connesse all'integrazione scolastica degli alunni disabili nelle scuole medie superiori, che include assistenza specialistica e il trasporto scolastico. Nella convenzione sono inseriti anche tutti quegli interventi connessi all'integrazione e al diritto allo studio per audiolesi e videolesi.
A stretto giro saranno disposti gli adempimenti amministrativi e contabili volti a sbloccare le procedure di gara per l'affidamento dei servizi in tutte le Province, ma soprattutto lo sblocco dei pagamenti in favore degli educatori che per conto della Città Metropolitana hanno svolto le rispettive attività al fianco degli alunni disabili e da marzo dello scorso anno scolastico non hanno percepito i rispettivi compensi. 
"E' importante – sottolinea l'Assessore al Welfare Salvatore Negro – che insieme a questa delibera si possa finalmente sbloccare l'adempimento contabile necessario per impegnare e liquidare alle Province e alla Città Metropolitana le somme già assegnate e ripartite a marzo quando la Regione ha stanziato i 6 milioni di euro, che erano tuttavia rimasti fermi nel bilancio regionale per l'assenza di sufficienti spazi finanziari necessari a sbloccare la suddetta somma, in forza delle nuove regole contabili che hanno sostituito il patto di stabilità e, di fatto, assai ridotto il margine di azione delle Regioni e degli Enti Locali".
Questi fondi sono altrettanto essenziali, perché insieme ai 6 milioni di euro già assegnati dalla Regione a febbraio con le risorse del bilancio proprio, compongono una dotazione di 12.800.000 euro sull'intero territorio regionale, pari ad una disponibilità che mai in questa misura è stata assegnata a queste attività e che, quindi, costituisce una opportunità unica per rilanciare i servizi in favore degli alunni disabili.
"Nonostante le difficoltà riconducibili anche alla complessità dell'attuazione della riforma Delrio e all'entrata in vigore delle nuove regole contabili – conclude l'Assessore Negro – mi fa piacere rilevare che quantomeno quest'anno la vicenda amministrativa si chiude entro il mese di settembre e non più tardi, come è successo negli ultimi due anni quando solo a novembre si è definito il quadro di azione. Inoltre va detto che a questo punto è altrettanto essenziale che alle Province e Città Metropolitana arrivino anche i 6.800.000 euro che la Legge di Stabilità per il 2016 stanziava per l'assistenza specialistica erogata dalle Province e che solo a fine agosto sono stati assegnati con apposito decreto".

Pubblicato il 22/09/2016