ReD

Il Reddito di Dignità regionale: occasione per le persone e per le comunità

Articolo pubblicato più di un anno fa

Gli esiti della prima fase: se ne parlerà venerdì 16 settembre alle ore 15, in Fiera del Levante


Venerdì 16 settembre spazio ad un ulteriore momento di confronto e di discussione su temi di interesse che coinvolgono tutti i soggetti afferenti al mondo del welfare, ancora una volta i riflettori saranno puntati sul Reddito di Dignità.
Dalle ore 15 presso la sala Workshop del Padiglione n.12 della Regione Puglia si terrà la Riunione del tavolo di partenariato per l'attuazione del Reddito di Dignità in occasione della quale verranno affrontate le seguenti tematiche: la relazione sullo stato di attuazione del Reddito di Dignità; l'integrazione con il SIA nazionale e l'avvio dell'attività istruttoria. La seconda fase della comunicazione istituzionale. Da pochi giorni, dal 2 settembre nello specifico, è infatti attiva a livello nazionale la presentazione delle domande per il SIA - Sostegno per l'inclusione sociale attiva. In Puglia il Reddito di Dignità regionale e il SIA nazionale sono gestiti con una unica procedura, sia per la presentazione delle domande, sia per l'istruttoria, l'ammissione e il finanziamento, ad approfondire queste tematiche ci saranno: Titti De Simone, Consigliera del Presidente della Giunta Regionale per l'attuazione del programma e Anna Maria Candela, Dirigente dell'Assessorato al Welfare e Responsabile Struttura tecnica regionale per l'attuazione del ReD. In occasione di questo incontro è prevista la presenza di Michele Emiliano, Presidente della Giunta Regionale, Salvatore Negro, Assessore regionale al Welfare e di Sebastiano Leo, Assessore regionale al Lavoro e Formazione Professionale.
L'incontro sarà anche occasione per presentare i dati sulla dinamica delle domande e sulla distribuzione territoriale e le schede di buone pratiche per le manifestazioni di interesse ad ospitare tirocini e progetti di sussidiarietà.

 

 

 

Pubblicato il 08/09/2016