Famiglie

Oratori estivi: 350 mila animatori per un “esercito” di oltre 2 milioni di bambini

Articolo pubblicato più di un anno fa

Prossimità e territorialità i punti di forza di questo trend che registra un incremento del 10% rispetto al 2015. Tra le novità la possibilità per gli animatori di svolgere il percorso di alternanza scuola-lavoro


Fine della scuola e per molti genitori la necessità di trovare per i propri figli una "sistemazione" adatta ai ragazzi e al tempo stesso conveniente; la soluzione migliore sembra essere sempre più quella degli oratori estivi: un esercito di oltre 2 milioni di bambini che durante le vacanze viene intrattenuto negli 8 mila oratori sparsi in tutta Italia grazie al lavoro di ben 350 mila animatori giovani ed adulti impegnati nei vari progetti locali.
Un fenomeno, quello degli oratori parrocchiali, in forte aumento se si pensa che rispetto ai dati del 2015, l'estate 2016 registra un incremento dell'attività estiva negli oratori di almeno il 10%: sempre più giovani adolescenti che accolgono la proposta oratoriale come occasione di crescita e servizio; in crescita le famiglie che cercano e trovano in oratorio una positiva opportunità per far trascorrere serenamente ai propri figli il periodo estivo.
Parola chiave di questo trend: prossimità e territorialità e questo perché ciascun oratorio deve essere espressione più vicina al contesto territoriale, storico, sociale, culturale in cui è collocato ed è chiamato, per sua natura, a rispondere alle concrete esigenze e bisogni del suo territorio delle famiglie che lo abitano, del contesto socio-economico, ma anche del contesto di integrazione e accoglienza che lo caratterizza.
Novità di quest'anno per moltissimi oratori è la possibilità, in tutta Italia, che in molti Gr.Est. i giovani animatori possano svolgere qui il proprio percorso di alternanza scuola-lavoro, laddove l'oratorio farà da soggetto ospitante,  dopo che i percorsi di alternanza scuola lavoro sono stati organicamente inseriti nel piano triennale dell'offerta formativa dell'istituzione scolastica come parte integrante dei percorsi di istruzione. Questo è, di fatto, per tanti giovanissimi adolescenti delle scuole superiori un'occasione importante, mentre per l'oratorio è il segno concreto e tangibile, anche da parte della scuola, del riconoscimento della propria prevalente funzione sociale.

Pubblicato il 30/06/2016