Disabili

Studenti disabili: 12 milioni di euro dal Governo per gli iscritti alle scuole paritarie

Articolo pubblicato più di un anno fa

1000 euro per ogni alunno disabile iscritto alle scuole paritarie, la proposta di Governo ora al vaglio del Senato. In 10 anni il numero di alunni con disabilitò iscritti alle scuole non statali sono aumentati del 60%.


Dare un contributo di 1000 euro per ogni alunno disabile iscritto alle scuole paritarie, ecco in sintesi la proposta elaborata dal Governo in occasione dei lavori sul decreto legge 42/2016 relativo alla funzionalità del sistema scolastico e della ricerca, ora al vaglio del Senato, e che prevede un finanziamento complessivo di 12 milioni di euro alle scuole paritarie che accoglieranno studenti con disabilità.
Solo nell'ultimo decennio gli alunni disabili iscritti alle scuole paritarie sono aumentati del 60% a fronte di un sostanziale calo delle iscrizioni dovuto al fatto che fino ad ora lo Stato non riconosceva molto alle scuole non statali, nonostante l'introduzione della legge Berlinguer (la n.62/2000) "la scuola è tutta pubblica".
Con questo emendamento "inizia un percorso di riconoscimento di un diritto, quello del sostegno a ragazzi e bambini con disabilità – afferma il sottosegretario al Miur Gabriele Toccafondi – che frequentano la scuola non statale".

Pubblicato il 05/05/2016