Disabili

5 maggio: Giornata europea sulla vita indipendente

Articolo pubblicato più di un anno fa

Da Enil Italia un libro, “Miti da Sfatare” sui luoghi comuni più diffusi sulle persone disabili: cosa si intende realmente per vita indipendente e per assistenza personale autodeterminata?


In occasione della terza Giornata europea sulla vita indipendente, che ricorre il 5 maggio, Enil Italia (sede italiana dell'European network on indipendent living), presenta la pubblicazione in lingua italiana dei "Miti da sfatare": ovvero i luoghi comuni più diffusi sulle persone disabili e più nel concreto su cosa si intende per vita indipendente e per assistenza personale autodeterminata
L'obiettivo di questo libro è quello di diffondere maggiori informazioni e creare consapevolezza sul fatto che vivere in modo indipendente può diventare una realtà per tutte le persone disabili.
Ecco qualche esempio di asserzioni da sfatare: "non tutti possono vivere in modo indipendente; una vita indipendente può essere realizzata grazie alla costruzione di case-famiglia e centri diurni per persone disabili; offrire una possibilità di vita indipendente a tutti è troppo costoso; il sostegno in forma di vita indipendente, come ad esempio l'assistenza personale, non è adatto ai bambini con disabilità".
Secondo Enil Italia, infatti "l'indipendenza non dipende dalle capacità fisiche o mentali che ci consentono di prenderci cura di noi stessi senza aiuto-: l'indipendenza sta nella capacità di avere aiuto quando e come ne abbiamo bisogno".
"Miti da sfatare" affronta proprio quei pregiudizi a causa dei quali spesso si confonde l'assistenza in istituti o in residenze per disabili protette chiamandola erroneamente vita indipendente.

Pubblicato il 03/05/2016

Disabili

successivi 10...