Inclusione

Il volontariato arriva sui banchi di scuola

Articolo pubblicato più di un anno fa

470mila euro per finanziare progetti di volontariato e legalità corresponsabile nelle scuole. Scadenza 24 maggio


Il Miur in accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha redatto il bando di partecipazione per la realizzazione dei "Laboratori di cittadinanza democratica condivisa e partecipata: educazione al volontariato sociale ed alla legalità corresponsabile". Obiettivo: sviluppare, congiuntamente e con risorse condivise, il volontariato scolastico come diritto sociale, strumento di integrazione sociale e di abbattimento delle diversità, contribuendo all'integrazione e all'inclusione sociale dei giovani, come previsto dal protocollo d'intesa firmato il 25 novembre 2014 e il successivo accordo di collaborazione siglato il 29 dicembre 2015.
Il bando è indirizzato alle "Istituzioni Scolastiche statali del II ciclo di istruzione - anche in rete - che possono presentare proposte progettuali in partenariato con le organizzazioni di volontariato, di terzo settore e/o con i Centri di servizio per il volontariato (Csv). Le progettazioni dovranno essere avviate nell'anno scolastico 2015-2016 e completate nel successivo".
Promozione della cultura del volontariato, educazione alla legalità, prevenzione e contrasto delle dipendenze (inclusa la ludopatia, il gioco d'azzardo e il cyberbullismo) tutela, sviluppo e valorizzazione dei beni comuni, e ancora sostegno e promozione dei principi di pari opportunità e non discriminazione, contrasto a fragilità, marginalità ed esclusione; questi sono i diversi ambiti di azione entro i quali redigere le proposte progettuali, ciascuna delle quali non può superare comunque l'importo totale di 30 mila euro.
I progetti, redatti su apposito format (da compilare all'indirizzo www.bandidgstudente.it) dovranno pervenire entro le ore 23.59 del giorno 24 maggio 2016 

Pubblicato il 03/05/2016

Inclusione

successivi 10...