Welfare

Alcol, in aumento i comportamenti a rischio

Articolo pubblicato più di un anno fa

Lo dice Istat in uno studio che considera gli ultimi due anni


Nuovo studio dell'Istat sull'uso e abuso di alcol nelle persone con 11 anni e più relativo agli ultimi due anni. Ambivalente il dato della Puglia: c'è un miglioramento rispetto al consumo degli ultimi due anni, ma un lieve peggioramento nei comportamenti a rischio. L'indagine, condotta a livello nazionale, per alcune variabili, ha significatività regionale. In Puglia, nel 2015, la percentuale di donne che hanno consumato almeno una bevanda alcolica nell'anno è pari al 46,4% (scende rispetto al 2014 e al 2013); quella maschile è pari al 77,5% (anche in questo caso inferiore agli ultimi due anni). La percentuale di donne che ne fa uso giornaliero è del 10,3% (12% sia nel 2013 che nel 2014); quella maschile è pari al 37,8% (solo qui si registra un incremento dello 0,2). Il comportamento a rischio, il cosidetto binge drinking, cioè le abbuffate di bevande alcoliche, determinate dal consumo di 6 o più bicchieri di bevande alcoliche in un'unica occasione, è pari all'1,5% nelle donne (1,4% nel 2014 e 0,8% del 2013); è del 7,1% per i maschi (6% nel 2014 e 7% nel 2013).  

Pubblicato il 19/04/2016