Welfare

Sibec, la prima scuola italiana dei beni comuni

Articolo pubblicato più di un anno fa

Iscrizioni aperte fino al 20 febbraio per professionisti, imprenditori, organizzazioni del Terzo Settore e tutti gli amministratori locali


Nasce da Labsus, laboratorio per la sussidiarietà in collaborazione con Euricse, Università degli Studi di Trento, e con il sostegno di Ifel - Fondazione ANCI, la prima Scuola Italiana per i Beni Comuni, in acronimo SIBEC, rivolta ai  liberi professionisti, agli imprenditori, al mondo del profit o del non profit, e agli amministratori locali. Obiettivo: promuovere percorsi formativi studiati per formare il Gestore dei beni comuni. Le iscrizioni al primo corso, che prenderà avvio a marzo, si chiuderanno il 20 febbraio 2016. Quello di marzo sarà il primo Laboratorio SIBEC che ha l'obiettivo di formare una nuova figura professionale, quella del gestore dei beni comuni, che potrà trovare impiego nella pubblica amministrazione o nelle comunità locali. La scelta di destinare i percorsi formativi a precise categorie di professionisti è spiegata proprio dal fatto che essi, a fine corso, potranno sfruttare le competenze imprenditoriali personali precedenti per legarle alle nuove abilità volte ai beni comuni.

Il percorso formativo, che prevedrà delle ore da svolgere in sede e delle ore di formazione a distanza, partirà con un primo modulo nelle giornate fra il 3 e il 5 marzo, dal titolo Beni comuni e società della condivisione.

Per iscriversi o prendere visione del programma completo è possibile visitare il sito ufficiale, CLICCANDO QUI

Pubblicato il 11/02/2016

Welfare

successivi 10...