Famiglie

Bonus bebè, utilizzati 161 dei 204 milioni stanziati

Articolo pubblicato più di un anno fa

Dall’Inps i dati sull’andamento delle richieste per il bonus natalità


Dei 202milioni di euro stanziati dal Governo nel 2015, per il bonus natalità, ne sono stati utilizzati 161milioni, pari all'80% delle risorse disponibili, ma i beneficiari sono stati 204mila contro i 330mila previsti (meno 126mila unità): sono questi i dati diffusi dall'Inps sul primo anno di vita del Bonus Bebè che ha lasciato un avanzo nelle casse dello Stato di circa 41 milioni di euro, il 20% dei fondi stanziati.
Il bonus bebè è stato introdotto dalla penultima Legge di stabilità e prevede per ogni figlio nato o adottato tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 un contributo statale di 960 euro all'anno, erogati in rate mensili da 80 euro a partire dal mese di nascita o di adozione del bambino.
I numeri ufficiali dell'Inps parlano chiaro: 161.051.920 euro pagati per 203.994 beneficiari, ovvero famiglie con un bambino nato nel corso del 2015. Di queste, 100.820 famiglie hanno ricevuto un bonus di 80 euro al mese, avendo un Isee inferiore ai 25mila euro annui e continueranno a riceverlo fino ai 3 anni del bambino. Altre 103.174 famiglie (ben più delle 85mila previste) hanno ricevuto invece un bonus di 160 euro al mese, poiché il loro Isee era inferiore ai 7mila euro annui (anch'esse continueranno a riceverlo, permanendo i requisiti, fino ai 3 anni di età del bambino).

Pubblicato il 11/02/2016