Osservatorio sociale regionale, ripartono i flussi informativi

Articolo pubblicato più di un anno fa

I dati riguarderanno le strutture residenziali e diurne per minori, anziani e persone con disabilità presenti ed attive su tutto il territorio regionale


È imminente la trasmissione dei questionari alle unità di offerta coinvolte nelle rilevazioni da parte dell'Osservatorio. Come di consueto, esse fanno riferimento alle strutture residenziali e semiresidenziali per minori, anziani e persone con disabilità presenti ed attive su tutto il territorio regionale e indagano su molteplici ed importanti aspetti del nostro sistema di offerta di servizi e prestazioni: dati sulle caratteristiche strutturali, sulle prestazioni erogate, sull'utenza assistita, sul personale, sulle tariffe ecc.
 
La principale novità riguarderà la modalità di somministrazione. Il questionario utilizzato nelle scorse annualità, infatti, è stato profondamente semplificato e rivisitato, con la duplice finalità di ridurre al minimo lo "stress statistico" del rispondente e di adeguare lo stesso ai flussi nazionali che in queste settimane si stanno definendo a livello centrale. Non solo, ma anche le modalità di risposta saranno differenti. Abolita la forma cartacea della rilevazione, essa viaggerà su un duplice binario: compilazione on line nell'ambito dell'ordinario processo di prima richiesta e/o aggiornamento delle autorizzazioni al funzionamento e di iscrizione ai registri regionali e compilazione di un file in formato excel da "caricare" sulle stessa piattaforma gestionale prima citata (relativa ai registri regionali).

Pubblicato il 11/02/2016

Non ci sono articoli in questa categoria