Anziani

In Puglia il Meeting sull’invecchiamento attivo

Articolo pubblicato più di un anno fa


Si terrà il prossimo mercoledì 7 ottobre a Bari dalle ore 09.00 alle ore 16.00, presso la sede della Regione Puglia, il Mutual Learning Meeting, un meeting sulle politiche di invecchiamento attivo che coinvolge tre regioni tra cui la Puglia .

La Regione Puglia, attraverso l'Assessorato al Welfare, è partner del progetto europeo "Active Ageing Going Local" (in sigla AGL), promosso in tema di invecchiamento attivo. Al progetto partecipano, inoltre, l'ARS della Regione Marche, in qualità di soggetto capofila, la Regione Veneto, la Fondazione Giacomo Brodolini, la rete europea EuroHealthNet e NHS England (Ente del Sistema nazionale sanitario britannico).

Il progetto AGL, iniziato a marzo 2014, si propone di attivare un processo di analisi e rimodellamento delle politiche di invecchiamento attivo in tre Regioni italiane (Puglia, Marche e Veneto) con il coordinamento scientifico della Fondazione Giacomo Brodolini. Grazie a un approccio di mutuo apprendimento, attori pubblici locali e associazioni sono coinvolti nella definizione di strategie integrate nelle tre Regioni.

La prima fase del progetto (marzo-luglio 2014) è stata dedicata a un'analisi di contesto delle politiche di invecchiamento attivo presenti in Europa, con particolare riferimento alle Regioni coinvolte nel progetto. Il rapporto che ne è scaturito, include sia un'analisi desk delle politiche e della legislazione in Europa e in Italia sull'invecchiamento attivo, sia un'analisi regionale che include: dati e informazioni su legislazione, politiche, azioni e modelli di governance attualmente presenti nelle tre Regioni per sostenere l'invecchiamento attivo.

La seconda fase del progetto (agosto 2014-gennaio 2015) ha riguardato un'indagine sulla valutazione dei bisogni, al fine di ottenere una strategia il più aderente possibile ai bisogni degli anziani. L'indagine, è stata sviluppata analizzando le tre categorie individuate nei principi guida per l'invecchiamento sano e attivo, ovvero: occupazione, partecipazione nella società, salute e vita Indipendente.

La terza fase ha visto il coinvolgimento diretto di tutti i principali attori presenti sul territorio, attivi ed operanti nell'ambito della tematica in questione, con l'intento di avviare un processo partecipativo di progettazione e valutazione di strategie integrate per un invecchiamento sano e attivo a livello regionale. Un processo messo in atto principalmente attraverso la realizzazione di tre tavole rotonde/tavoli di confronto incentrate sulle tre categorie prima citate che hanno avuto luogo tra maggio e settembre 2015. L'obiettivo del processo partecipativo è quello di migliorare il coordinamento tra stakeholder pubblici e privati nella definizione di politiche regionali che abbiano un impatto sulle tre dimensioni dell'invecchiamento attivo.

Nel corso delle tre tavole rotonde/tavole di confronto organizzate dalla Regione Puglia in collaborazione con lo staff della Fondazione Brodolini, sono state identificate azioni coordinate per promuovere una strategia integrata di invecchiamento attivo.

La fase finale del progetto AGL prevede il coinvolgimento dei partner in eventi di mutuo apprendimento (Mutual Learning Meeting) al fine di condividere esperienze e buone pratiche.

I risultati emersi durante le tavole rotonde risulteranno utili ai fini dell'elaborazione della Strategia Integrata di Invecchiamento Attivo per le Regioni Puglia, Veneto e Marche.

In allegato alla notizia l'invito della giornata.

Pubblicato il 06/10/2015

Documenti Correlati

Documento Brochure AGL 7 ottobre 2015 - [Scarica  .pdf  - 1 Mb]

Anziani

successivi 10...