Anziani

Buoni servizio anziani e disabili, al via le domande

Articolo pubblicato più di un anno fa


Con determinazione dirigenziale n. 421 del 15 settembre 2015 si dà avvio – a partire dalle ore 12 del 1° Ottobre 2015 – al nuovo CATALOGO TELEMATICO DELLA DOMANDA di servizi domiciliari e a ciclo diurno per persone con disabilità e anziani non autosufficienti, catalogo a cui è possibile accedere dal seguenteLINK: http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale - Menù  "procedure telematiche".

La procedura è a sportello, cioè resta aperta fino a concorrenza delle risorse finanziarie progressivamente assegnate a ciascun Ambito Territoriale Sociale ove ha sede operativa l'unità di offerta iscritta nel "Catalogo Telematico dell'Offerta".

Il nuovo avviso pubblico per la "domanda dei Buoni Servizio", si pone  in continuità con l'esperienza maturata nel biennio precedente a valere su risorse FESR 2007/2013, consolidando la complessiva impostazione della procedura ed introducendo alcune significative novità che permetteranno una più ampia fruibilità, flessibilità e semplificazione dello strumento stesso e l'estensione della platea di riferimento a tutte le persone con disabilità e anziani non autosufficienti portatori di un bisogno di cura e assistenza derivante da condizione di non autosufficienza o disabilità grave o di un bisogno socio-assistenziale connesso alla condizione di disabilità lieve o di anzianità.

Una novità particolarmente significativa è rappresentata dalla possibilità di accedere, attraverso il "Buono Servizio" anche a prestazioni di natura domiciliare, quali il servizio S.A.D. e il servizio A.D.I. rendendo possibile, in tal modo, la costruzione di Progetti Assistenziali Individualizzati in grado di garantire delle reali ed efficaci ricadute in termini di

I Servizi a cui si potrà avere accesso avvalendosi del "Buono Servizio", da scegliersi on-line sull'apposito nuovo "Catalogo dell'offerta" ex A.D. n. 390/2015 (la cui costruzione ha preso avvio il 1° settembre u.s.) saranno:

  • Centro diurno socioeducativo e riabilitativo per persone con disabilità (art. 60)
  • Centro diurno integrato per il supporto cognitivo e comportamentale a persone affette da demenza (art. 60ter)
  • Centro diurno per persone anziane (art. 68)
  • Servizio di Assistenza Domiciliare sociale (SAD – art. 87)
  • Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI – art. 88)  – per la sola componente sociale del 1° e 2° livello
  • Centro sociale polivalente per persone con disabilità (art. 105)
  • Centro sociale polivalente per persone anziane (art. 106)

Tra i requisiti di ammissibilità al Buono servizio, oltre alla specifica condizione di bisogno socio-sanitario o socio-assistenziale (da attestarsi con le apposite documentazioni dettagliate nell'avviso), vi è la "residenza in Puglia" (del beneficiario finale e del referente del nucleo familiare) e un ISEE non superiore ad € 40.000,00. Rispetto alla precedente impostazione dello strumento, pertanto,  l'ISEE diviene l'unico criterio di valutazione della condizione economica del nucleo familiare richiedente garantendo, in tal modo, una maggiore omogeneità, semplificazione e trasparenza della procedura.

Infine, allo scopo di semplificare le procedure ed accelerare i tempi per il riconoscimento del "Buono servizio" in capo al singolo nucleo familiare, il nuovo avviso pubblico prevede che la decorrenza del "Buono servizio" si avrà dal momento dell'incrocio tra la domanda dell'utente e la conferma di disponibilità da parte dell'unità di offerta (c.d. "ABBINAMENTO"), all'atto di generazione di un vero e proprio preventivo di spesa da sottoporre all'attenzione della famiglia richiedente e alla firma per accettazione.

In tal modo il momento della richiesta del "buono servizio" e quello della sua effettiva spendibilità vengono significativamente avvicinati, consentendo agli uffici degli ambiti territoriali di procedere alle convalide definitive entro un termine successivo. Per tale motivo i nuclei familiari richiedenti e i soggetti gestori delle unità di offerta saranno chiamati ad un ruolo di maggiore e attiva  responsabilità.

E' bene sin d'ora chiarire, infine, che i buoni servizio potranno essere richiesti – a partire dal 1° ottobre p.v. – esclusivamente presso quelle strutture che risulteranno iscritte al nuovo catalogo telematico ex A.D. 390/2015 e che avranno già sottoscritto l'apposito contratto di servizio con l'ambito territoriale di riferimento. In caso contrario, il servizio non risulterà opzionabile in piattaforma.

Per ogni ulteriore informazione di dettaglio, è possibile prendere visione dell'avviso integrale disponibile sulla piattaforma telematica dedicata.

alla sezione "Determinazioni".

Il RUP del procedimento è il Dott. Claudio Natale – presso l'Ufficio Integrazione Socio-sanitaria

I quesiti in forma scritta potranno essere formulati nell'apposita sezione "Richiedi Info" consultabile sul sito PugliaSociale dell'Assessorato al Welfare al linkhttp://bandi.pugliasociale.regione.puglia.it

Pubblicato il 01/10/2015

Documenti Correlati

Documento Avviso Buoni anziani e disabili 2015 - [Scarica  .pdf  - 0 Mb]

Anziani

successivi 10...