Inclusione

Cantieri di cittadinanza, le fasi dell’istruttoria

Articolo pubblicato più di un anno fa

Quattro fasi con il coinvolgimento di diversi attori, dalla verifica di ammissibilità alla convalida, fino alla chiusura dell’istruttoria

L'istruttoria è strutturata in quattro fasi e prevede il coinvolgimento di diversi attori. La regia di tale processo è affidata al Responsabile unico del procedimento nominato dall'Ambito territoriale (che agisce d'intesa con altri attori tra cui i referenti dei Centri per l'impiego che accedono ed operano direttamene sulla piattaforma web nell'ambito di un modulo di lavoro loro riservato che si inserisce nel complesso della procedura istruttoria). Le fasi della procedura istruttoria ed i singoli passaggi verranno declinate all'interno di una circolare esplicativa di prossima pubblicazione.
La prima fase istruttoria è curata dal responsabile unico di procedimento che verifica i requisiti di ammissibilità e attribuisce un punteggio provvisorio. Parallelamente i referenti dei Centri per l'impiego verificano lo stato occupazionale e attribuiscono un punteggio provvisorio. Successive a queste sono le fasi di convalida con l'attribuzione del punteggio provvisorio e di chiusura con le domande ammesse al beneficio, quelle non ammesse e quelle non valutabili. A seguito della chiusura del procedimento istruttorio il sistema "colloca" le singole istanze in uno dei tre elenchi indicati: domande non valutabili; domande non ammesse al beneficio; domande ammesse al beneficio. Quindi, a prescindere dall'esito istruttorio, il sistema informatico invia in automatico (ai riferimenti telefonici e di posta elettronica inseriti in domanda) una comunicazione informale al richiedente con cui lo informa dell'esito della sua istanza. La comunicazione inoltre viene anche caricata in piattaforma nel profilo dell'utente che ha generato l'istanza (CAF o singolo utente). Dopo la chiusura del procedimento istruttorio è necessario che l'Ambito territoriale adotti un provvedimento amministrativo di approvazione formale degli esiti istruttori. La pubblicazione dell'atto costituisce una vera e propria notifica per l'interessato valida a tutti gli effetti di legge e riferimento temporale per eventuali ricorsi amministrativi o richieste di accesso agli atti istruttori.
Si ricorda che per tutte le informazioni, l'assistenza tecnica e il supporto necessario per le fasi di istruttoria e di valutazione delle domande, i RUP degli Uffici di Piano dei 44 Ambiti territoriali coinvolti possono fare riferimento ai seguenti recapiti: e-mail cantieridicittadinanza@regione.puglia.it ; help desk da contattare attraverso i servizi "Supporto tecnico" e "Richiedi Info" della piattaforma telematica di Sistema Puglia http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/cantieridicittadinanza.

Pubblicato il 04/08/2015

Inclusione

successivi 10...