Anziani

Avviati i Progetti di Vita indipendente

Articolo pubblicato più di un anno fa

Attiva dalle ore 12 del 2 settembre la possibilità di manifestare interesse, conta oltre centocinquanta domande già inserite nella piattaforma dedicata.

È attiva dalle ore 12 del 2 settembre scorso la possibilità di manifestare interesse per accedere ai Progetti di Vita 
indipendente (in sigla Pro.V.I.), destinati alle persone con disabilità motoria tra i 16 e i 64 anni, con reddito individuale 
non superiore a 20mila euro annui, e che, a prescindere dal livello di autosufficienza, presentino elevate potenzialità di 
autonomia e vogliano realizzare un progetto di vita indipendente orientato al completamento del percorso di studi, alla 
formazione professionale per l'inserimento socio-lavorativo, alla valorizzazione delle proprie capacità funzionali nel 
contesto lavorativo, nell'agire sociale e in favore di iniziative solidali, attraverso la conduzione delle principali attività 
quotidiane. Le persone disabili che vogliano fare un Progetto di Vita indipendente, devono rivolgersi ad uno dei 5 Centri 
ausilii e di assistenza per la domotica sociale e la connettività sociale, messi a regime tra il 2010 e il 2012, con l'obiettivo 
di attivare una rete di riferimento di punti regionali per la consulenza alle famiglie su ausilii protesici, informatici, domotici 
e per la mobilità in favore delle persone disabili e non autosufficienti. Ciascun Centro, attraverso gli sportelli dedicati, sta 
svolgendo un'azione di orientamento, formazione e consulenza, curando anche l'elaborazione di una scheda tecnica di 
valutazione del grado di disabilità e appronterà il Progetto di Vita indipendente in stretta collaborazione con le strutture 
regionali. Al momento sono state caricate sulla piattaforma circa 150 richieste. Al contempo su tutto il territorio regionale 
è stata avviata una fitta animazione territoriale curata dai cinque Centri di domotica sociale pugliesi.

Pubblicato il 26/11/2013

Anziani

successivi 10...